616151873

La ricetta di settembre: finanziera sabauda

finanzieraLa finanziera è un piatto tipico della zona sud del Piemonte e, nonostante abbia subìto, nel corso dei secoli, diversi rimaneggiamenti, resta un piatto povero nato dal riutilizzo delle parti eliminate durante la trasformazione dei galletti in capponi e di alcuni scarti di macellazione dei bovini.

Nata durante il Medioevo, la finanziera compare, per la prima volta, in una ricetta del 1450 proposta dal Maestro Martino.

Oggi condivideremo con voi la nostra ricetta.

frattaglieINGREDIENTI per 6 persone:

  • 1 cervella di vitello
  • 2 h di animelle
  • 3 h di filoni
  • 1 h di creste di gallo
  • 1 h di fegatini
  • 2 h di fesa di vitello a fettine
  • 1 h di filetto di manzo
  • 1 limone
  • 1 carota
  • 1/4 di cavollfiore
  • 2 h di funghi porcini freschi (in mancanza di quelli freschi, si possono utilizzare quelli sott’olio)
  • 3-4 cucchiai di aceto
  • 1/2 bicchiere di Marsala
  • 1 noce di burro
  • olio evo q.b.
  • 1 mazzetto di foglie di alloro
  • farina per impanatura q.b.
  • sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Filetto-di-sanato-con-finanziera03Per preparare la finanziera, è molto importante lavorare separatamente i vari ingredienti. Ecco le fasi:

– pulite e lavate le animelle, facendole poi bollire 15 minuti in acqua acidulata con succo di limone;

– pulite e lavate la cervella e i filoni, quindi scottateli in acqua bollente e poi liberateli della pellicina esterna;

– pulite e sbollentate le creste di gallo;

– lavate i fegatini e asciugateli bene;

– tagliate a pezzi grossi tutti gli ingredienti fin qui preparati, continuando a tenerli separati;

– fate bollire la carota e il cavolfiore in acqua e aceto per 5 minuti, quindi scolateli e tagliateli a pezzi molto piccoli;

– pulite i funghi e tagliateli a pezzi grossi;

– infarinate le fettine di vitello, il manzo tagliato a dadi grandi, poi i fegatini, le animelle, la cervella, i filoni e le creste di gallo; tenendoli separati, fatei rosolare in olio extravergine e burro, aggiungendo in ultimo sale;

– infine, riunite le carni e le frattaglie in un unico tegame, aggiungete le verdurine tagliate e i funghi, tenendo il tutto qualche minuto sulla fiamma alta e bagnando a fuoco vivo con il Marsala;

– fate addensare, bagnate ancora con un mestolo di brodo e continuate la cottura a fuoco dolce per 10 minuti;gallo

– qualche minuto prima di servire, aggiungete prezzemolo tritato finemente, bagnate con 3 o 4 cucchiai di aceto e mescolate ancora delicatamente, regolando in ultimo di sale e di pepe.

Impiattate, servite e stupite! :-)

Buon appetito!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>